Home page
Home page del sito
Home Patronato
Le attività del Patronato Acli
La Storia
La funzione del Patronato
Promotori Sociali

 

“Che cos’è e che cosa fa” il Patronato Acli

 

Il Patronato Acli è dal 1945 al servizio dei lavoratori e dei cittadini per fornire un’efficace attività di consulenza e orientamento, preparazione ed inoltro di tutte le pratiche di pensione e di previdenza, svolgendo tutti gli adempimenti richiesti e tutelando il cittadino nei confronti di Inps, Inpdap, Inail, pubbliche amministrazioni ed enti locali, per il conseguimento dei suoi diritti.

 

Il Patronato svolge gratuitamente la propria assistenza attraverso una rete di 600 uffici aperti al pubblico, 1.000 operatori specializzati, 300 consulenti medici, legali e fiscali indispensabili per patrocinare (anche in giudizio) e promuovere adeguatamente i diritti in campo previdenziale, assistenziale e socio-sanitario.

Accanto a questi operano 3.000 addetti sociali che testimoniano tra la gente un’esperienza di volontariato al servizio delle fasce più emarginate della nostra società.

 

Il Patronato Acli è presente in tutte le province d’Italia e anche all’estero, dove più forte è la presenza dell’emigrazione italiana.

 

Tratta tra l’altro, pratiche di pensione di anzianità, pensioni di vecchiaia e di invalidità, pensioni ai superstiti nel settore pubblico e privato; assegni sociali e pensioni agli invalidi civili, assegni al nucleo familiare, versamenti volontari ed estratti contributivi, supplementi e ricostituzioni delle pensioni, infortuni sul lavoro e malattie professionali.

 

L’articolo 2 dello Statuto approvato dal Comitato Direttivo Centrale il 24 gennaio 2002 delinea dettagliatamente i compiti e le finalità del Patronato Acli, sottolineandone l’aspetto di pubblica utilità e non lucrativo.

 

Dallo Statuto del Patronato Acli, art.2:

 

“Il Patronato Acli:

 

a. tutela ed assiste i lavoratori ed i cittadini, italiani e stranieri, per il pieno rispetto dei propri diritti in ordine a quanto previsto dalle norme in materia di: previdenza; assistenza sociale e sanitaria; lavoro; mercato del lavoro e disoccupazione; risparmio previdenziale; diritto di famiglia e delle successioni; dei minori e delle persone anziane; pari opportunità e fisco;

b. promuove attività di tutela civica e di prevenzione, servizi di accoglienza, di assistenza e di integrazione nei confronti di lavoratori e cittadini, italiani e stranieri, in particolare stato di bisogno; a tal fine interviene sugli organismi pubblici e privati preposti all’assistenza e alla sicurezza sociale;

c. diffonde tra i lavoratori, i datori di lavoro ed i cittadini, italiani e stranieri, la conoscenza della legislazione sociale e del lavoro, delle norme in materia di prevenzione dei rischi per la salute fisica e psichica anche nei luoghi di lavoro, promuovendo forme di collaborazione per la loro corretta applicazione;

d. promuove l’interesse dei lavoratori e dei cittadini, italiani e stranieri, sui problemi della previdenza, della sicurezza sociale e delle varie forme di risparmio, anche attraverso lo svolgimento di attività di ricerca, indagini, studi, convegni, seminari, incontri, pubblicazioni;

e. opera per la tutela della salute quale fondamentale diritto della persona ed interesse della collettività;

f. svolge, anche in collaborazione e con il sostegno di altri organismi ed istituzioni, pubbliche e private, azione educativa e consultiva nel campo della tutela sociale, della promozione dei diritti del lavoro, nonché attività di orientamento, preparazione e aggiornamento professionale;

g. assiste i lavoratori e i cittadini, italiani e stranieri, nello sviluppo di rapporti, risoluzione di controversie ed espletamento di pratiche con le pubbliche amministrazioni e con le istituzioni pubbliche e private, al fine di conseguire i benefici contemplati dagli ordinamenti amministrativi;

h. tutela i lavoratori e i cittadini italiani all’estero, nell’ambito della normativa italiana ed internazionale ed in conformità alle disposizioni che regolano l’attività di patrocinio nel campo dell’emigrazione;

i. realizza ogni altra attività utile al raggiungimento degli scopi che sono demandati dalla Associazione promotrice o dalle sue articolazioni, dallo Stato, dalle Regioni, dagli Enti Locali, o da altre istituzioni pubbliche e private, anche avvalendosi delle strutture o dell’opera di organismi all’uopo costituiti nell’ambito delle finalità delle A.C.L.I..”

 

Ma non solo: i compiti e le finalità del Patronato Acli vanno se possibile anche oltre l’elencazione che ne fa l’articolo 2 dello Statuto. Esso si prefigge infatti anche di:

· educare il lavoratore perché dia tutto il suo concorso al perfezionamento ed alla pratica applicazione delle leggi sociali;

· spiritualizzare l’assistenza permeandola delle idealità cristiane onde tutti i rapporti siano ispirati dalla morale e dal bene comune contro ogni falso egoismo e deviazione di male intesi interessi;

· agire in profondità non soltanto con la vastità delle opere, ma nel senso qualitativo perché il servizio, la consulenza, la tecnica di ogni atto rappresenti il più sollecito, affettuoso ed elevato intervento per la corretta applicazione delle leggi protettive del lavoro, per rendere il lavoratore soggetto del diritto nella pienezza della sua personalità, non secondo ad alcuno, avendo a disposizione mezzi efficientissimi di difesa sul piano giuridico;

· intessere rapporti di cordiale e fattiva collaborazione con tutti gli organismi interessanti l’assistenza, e particolarmente con gli organi dello Stato e con gli Istituti gestori delle assicurazioni sociali, affinché nelle rispettive funzioni scaturiscano rette interpretazioni, che fissino diritti e doveri e soluzioni idonee a potenziare i fini della previdenza e dell’assistenza;

· approfondire gli studi ed elaborare dottrine che offrano valido contributo alla sicurezza sociale, anche per delineare la migliore struttura della previdenza e di altri Istituti nell’interesse dei lavoratori tutti, quali fattori primi della produzione.

 






Top top sito costruito da Acli Servizi Imperia